Il 15 settembre volontari di tutto il mondo hanno preso parte ad una campagna su scala globale, il world clean up day (www.worldcleanupday.org/about/) con l’obiettivo di lavorare assieme per rimuovere i rifiuti dall’ambiente e ridurne l’impatto conferendoli per tipologia nei luoghi preposti per un loro smaltimento e auspicabilmente riciclaggio.

Questa onda verde ha unito milioni di persone dalla Nuova Zelanda alle Hawaii, passando per Venezia, con lo scopo non solo di ripulire l’ambiente ma di promuovere l’esercizio di una cittadi- nanza attiva a livello globale per una cultura di rinnovato rispetto verso la nostra laguna e la sua gronda.

L’attività si ispira a “Plastic Free Intiative”, evento di cleana up organizzato i giorni 8-9 Giugno in occasione del World Ocean Day, dall’Ufficio UNESCO per l’Europa in partnership con il Comune di Venezia e la VERITAS. Questa nuova edizione ha inteso rafforzare l’autogestione di tale iniziati- va puntando ad una sua sostenibilità futura, ampliandone l’impatto in termini di partecipazione e di estensione delle aree che hanno beneficiato dell’intervento, includendo la terraferma ed espandendo l’azione ad ulteriori aree lagunari.

L’iniziativa, di carattere prettamente civico ed educativo, senza alcun connotato politico ed ap- erta ad ogni singolo individuo di qualsiasi nazionalità o a gruppi associativi e categorie economi- che sensibili, è riuscita a mobilitare un vasto numero di partecipanti che, con spirito di servizio volontaristico, si sono prodigati durante l’intero arco della giornata in un impegnativo lavoro di clean up dai rifiuti plastici che, abbandonati incidentalmente o volontariamente, oramai inva- dono vastissime aree lagunari, dei corsi d’acqua della gronda e della terraferma.

 

Scarica il PDF per la versione completa

Download PDF